visite guidate


 


La Salina di Comacchio è un’area protetta del Parco del Delta del Po particolarmente delicata. Nonostante sia un ambiente artificiale, nato e realizzato dall’uomo per la produzione del sale, oggi, abbandonata l’attività produttiva ormai da 30 anni, è popolato da numerose specie di uccelli, alcune anche nidificanti e rare. È quindi fondamentale avvicinarsi a questo ambiente con la consapevolezza di entrare in uno scrigno prezioso, custode di testimonianze di un passato lontano e recente, dove ancora si percepisce la vastità delle valli, il duro lavoro dei salinari e dove ci si immerge in una natura che incanta.

Passeggiare tra fenicotteri, avocette e volpoche è un’opportunità unica, che va affrontata con piede leggero, occhi e cuore ben aperti e con l’umiltà e la gioia di essere ospiti in un ambiente riconquistato dalla natura, ma conservato grazie al lavoro, all’attenzione e alla ricerca di uomini e donne che se ne prendono cura con impegno e amore.

La Salina è visitabile con l’accompagnamento di guide autorizzate GAE (Guide Ambientali Escursionistiche), a pagamento e previa prenotazione.
Sono in programma però anche alcune escursioni gratuite, pensate per le famiglie, durante le quali sarà possibile anche fare piccoli esperimenti per misurare la salinità dell’acqua, osservare i microrganismi al microscopio, oltre a fare birdwatching lungo i percorsi attrezzati, visitare la Torre Rossa e la sala espositiva.

L’accesso alla Salina è permesso solo a piedi o in bicicletta e i visitatori devono percorrere esclusivamente i percorsi indicati.
Non è consentito l’accesso in auto, tranne in casi particolari e per giustificati motivi, da concordare con la Direzione della Salina.
I percorsi sono accessibili anche ai disabili, tranne la terrazza panoramica della Torre Rossa.